Nuovo contagio in Istria, ma è "importato"

Tuttoggi

recording logo

36

Nella Regione Istriana si registra un solo nuovo caso, ma non viene considerato un incremento nei focolai esistenti, poiché si tratta di un "caso importato". Si tratta di un residente nel parentino che lavorava nel Tirolo austriaco. Rientrato con l'autobus organizzato per il rimpatrio di una cinquantina di cittadini croati che lavorano in Austria, è risultato positivo già al confine di Bregana e da lì è stato trasportato in isolamento all'ospedale di Pola. E proprio dalla città dell'arena che arriva un'importante novità: nasce il Coordinamento tra le Unità municipali di Protezione Civile e quella regionale. A livello nazionale, in Croazia si registrano due nuove vittime, una a Zagabria e una sull'isola di Mortèr, la prima nella regione di Sebenico. In totale sono 61 i nuovi contagiati che portano il bilancio totale a 1283. NOTA: nel servizio si parla della possibilità (da domani, 8 aprile 2020) di spostarsi nel comune limitrofo anche senza lasciapassare, ma ciò NON vale ancora per il Buiese, dove ci sono i due maggiori focolai in regione. Nello spazio intercomunale tra Buie, Umago, Cittanova, Verteneglio, Grisignana e Portole il nuovo regime entrerà in vigore appena tra una settimana.

Nuovo contagio in Istria, ma è "importato"

Tuttoggi

Nella Regione Istriana si registra un solo nuovo caso, ma non viene considerato un incremento nei focolai esistenti, poiché si tratta di un "caso importato". Si tratta di un residente nel parentino che lavorava nel Tirolo austriaco. Rientrato con l'autobus organizzato per il rimpatrio di una cinquantina di cittadini croati che lavorano in Austria, è risultato positivo già al confine di Bregana e da lì è stato trasportato in isolamento all'ospedale di Pola. E proprio dalla città dell'arena che arriva un'importante novità: nasce il Coordinamento tra le Unità municipali di Protezione Civile e quella regionale. A livello nazionale, in Croazia si registrano due nuove vittime, una a Zagabria e una sull'isola di Mortèr, la prima nella regione di Sebenico. In totale sono 61 i nuovi contagiati che portano il bilancio totale a 1283. NOTA: nel servizio si parla della possibilità (da domani, 8 aprile 2020) di spostarsi nel comune limitrofo anche senza lasciapassare, ma ciò NON vale ancora per il Buiese, dove ci sono i due maggiori focolai in regione. Nello spazio intercomunale tra Buie, Umago, Cittanova, Verteneglio, Grisignana e Portole il nuovo regime entrerà in vigore appena tra una settimana.