Domani e` domenica - rubrica religiosa

Domani e' domenica

recording logo

Sempre aiutati dai mosaici di padre Rupnik, don Lorenzo Magarelli ci guida nella meditazione sulla Pasqua, il centro della fede cristiana. Celebrare la Pasqua ancora nel contesto della pandemia da coronavirus è sicuramente complicato, ma è anche fonte di speranza. La Pasqua di Gesù è la certezza che Dio non si dimentica di noi, anzi: affronta le difficoltà proprio con noi e accanto a noi. Il Vangelo di Giovanni, che illumina questa giornata, ci parla della capacità dei discepoli Pietro e Giovanni a riconoscere l'assenza del corpo di Gesù come la testimonianza della sua risurrezione. La tomba vuota, le bende piegate e riposte diventano il segno che il corpo non è stato trafugato, ma che c'è stato l'intervento di Dio che ha risuscitato il suo Figlio. E risusciterà anche noi: nell'oggi di ogni giorno e alla fine dei giorni. Auguri per una Santa Pasqua! Sledeč prizorom Rupnikovega mozaika, nas don Lorenzo Magarelli vodi v poglabljanje skrivnosti Velike noči, ki je središče krščanske vere. Praznovanje Velike noči v času pandemije koronavirusa je seveda oteženo, vendar utegnemo v njem zaznati tudi vir upanja. Jezusovo vstajenje zagotavlja, da nas Bog ne zapusti, temveč da je vedno ob naši strani in nam pomaga prebroditi težke trenutke. Janezov evangelij, ki označuje ta dan, nam govori o učencih Petru in Janezu, ki sta v praznem grobu prepoznala Jezusovo vstajenje. Prazen grob in zloženi ovoji jamčijo, da Njegovo telo ni bilo skrivaj odstranjeno, temveč da je tu posegel sam Bog in Svojega sina od mrtvih prebudil. Tako bo prebudil tudi nas, bodisi v vsakodnevnem boju za obstoj, bodisi na koncu naše življenske poti. Voščimo blagoslovljeno Veliko Noč!

Domani e` domenica - rubrica religiosa

Domani e' domenica

Sempre aiutati dai mosaici di padre Rupnik, don Lorenzo Magarelli ci guida nella meditazione sulla Pasqua, il centro della fede cristiana. Celebrare la Pasqua ancora nel contesto della pandemia da coronavirus è sicuramente complicato, ma è anche fonte di speranza. La Pasqua di Gesù è la certezza che Dio non si dimentica di noi, anzi: affronta le difficoltà proprio con noi e accanto a noi. Il Vangelo di Giovanni, che illumina questa giornata, ci parla della capacità dei discepoli Pietro e Giovanni a riconoscere l'assenza del corpo di Gesù come la testimonianza della sua risurrezione. La tomba vuota, le bende piegate e riposte diventano il segno che il corpo non è stato trafugato, ma che c'è stato l'intervento di Dio che ha risuscitato il suo Figlio. E risusciterà anche noi: nell'oggi di ogni giorno e alla fine dei giorni. Auguri per una Santa Pasqua! Sledeč prizorom Rupnikovega mozaika, nas don Lorenzo Magarelli vodi v poglabljanje skrivnosti Velike noči, ki je središče krščanske vere. Praznovanje Velike noči v času pandemije koronavirusa je seveda oteženo, vendar utegnemo v njem zaznati tudi vir upanja. Jezusovo vstajenje zagotavlja, da nas Bog ne zapusti, temveč da je vedno ob naši strani in nam pomaga prebroditi težke trenutke. Janezov evangelij, ki označuje ta dan, nam govori o učencih Petru in Janezu, ki sta v praznem grobu prepoznala Jezusovo vstajenje. Prazen grob in zloženi ovoji jamčijo, da Njegovo telo ni bilo skrivaj odstranjeno, temveč da je tu posegel sam Bog in Svojega sina od mrtvih prebudil. Tako bo prebudil tudi nas, bodisi v vsakodnevnem boju za obstoj, bodisi na koncu naše življenske poti. Voščimo blagoslovljeno Veliko Noč!