Tartini 250: ce ne parla Dragan Klarica, responsabile del progetto

Calle degli orti grandi

recording logo

Dragan Klarica, responsabile del progetto Tartini 250, ci presenta il programma con più di 60 eventi previsti. Si parte il 5 di febbraio 2020 per raggiunere febbraio 2021. Il progetto nasce a Pirano per ricordare e rendere omaggio a Giuseppe Tartini, noto violinista e compositore nato a Pirano e morto a Padova (8 aprile 1692 – 26 febbraio 1770) a 250 anni dalla sua scomparsa. Il progetto si avvale dell'Alto Patronato del Presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor, e vede la collaborazione di diversi partner, quali il Comune di Pirano, la Comunità degli italiani "Giuseppe Tartini" di Pirano, il Tartini Festival, la Società di studi storici e geografici di Pirano, l'Ente per il turismo di Portorose e Pirano, il Museo del mare "Sergej Mašera", il Centro Italiano "Carlo Combi" e la Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Pirano, ai quali si associano pure i cooperatori (il Comune di Capodistria, il Comune di Isola, il Comune di Ancarano, il progetto Discover Tartini, e il progetto Piran-Pirano Istria 2025. Per ulteriori informazioni, potete dare un'occhiata alla pagina facebook: https://www.facebook.com/Tartini250/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARBU2KcQHm7pVlMlG9ZBazFCY_qArLZ5ZRtMRWWivh0CP43mArWfWv81aVvzSJuzFjlTEEqc8-W0cilZ

Tartini 250: ce ne parla Dragan Klarica, responsabile del progetto

Calle degli orti grandi

Dragan Klarica, responsabile del progetto Tartini 250, ci presenta il programma con più di 60 eventi previsti. Si parte il 5 di febbraio 2020 per raggiunere febbraio 2021. Il progetto nasce a Pirano per ricordare e rendere omaggio a Giuseppe Tartini, noto violinista e compositore nato a Pirano e morto a Padova (8 aprile 1692 – 26 febbraio 1770) a 250 anni dalla sua scomparsa. Il progetto si avvale dell'Alto Patronato del Presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor, e vede la collaborazione di diversi partner, quali il Comune di Pirano, la Comunità degli italiani "Giuseppe Tartini" di Pirano, il Tartini Festival, la Società di studi storici e geografici di Pirano, l'Ente per il turismo di Portorose e Pirano, il Museo del mare "Sergej Mašera", il Centro Italiano "Carlo Combi" e la Comunità Autogestita della Nazionalità Italiana di Pirano, ai quali si associano pure i cooperatori (il Comune di Capodistria, il Comune di Isola, il Comune di Ancarano, il progetto Discover Tartini, e il progetto Piran-Pirano Istria 2025. Per ulteriori informazioni, potete dare un'occhiata alla pagina facebook: https://www.facebook.com/Tartini250/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARBU2KcQHm7pVlMlG9ZBazFCY_qArLZ5ZRtMRWWivh0CP43mArWfWv81aVvzSJuzFjlTEEqc8-W0cilZ